All posts tagged: MILANO

Il fondamentale e complesso ruolo di Mistress

Cos’è una Mistress? Che scopo ha? Dominante si nasce o si diventa? In questa riflessione non mi riferirò solo alle varie mistress professioniste, al ruolo ricoperto nei giochi occasionali, ma anche ad un rapporto duraturo tra due amanti fissi o, semplicemente, tra amici che si ritrovano a giocare, un po’ come si faceva da bambini. La parola Mistress, nella sua accezione più completa, non rappresenta solo il ruolo di donna dominante che può usare il suo potere a piacimento, ma bensì ricopre un ruolo fondamentale di riequilibrio, guida e riferimento. Io vedo il ruolo di Mistress in un ottica molto ampia. Non mi limito alla visione ristretta di quel che potrebbe ottenere la Mistress  con il proprio potere, ma di quel che può dare alla controparte. Parlo di sensazioni, di emozioni. Già prima di trasferirmi a Milano io ero una Mistress, certo non ne ero ancora consapevole, ma ho dato molto ai miei fedelissimi di quei tempi. Per il mio amichetto masochista F. io ero tutto il suo mondo. Ero la sua guida. I suoi …

Io, mistress a Milano: veni, vidi, vici!

Quando mi trasferii e cominciai a fare la Mistress a Milano a tutto pensavo fuorché sarei diventata una mistress. Mistress era un termine a me sconosciuto sino a quel momento. Mi ritrovai a Milano per iniziare la specialistica. Avevo soli 21 anni, ma mi sembravano già tantissimi. Da sempre riuscivo ad affermarmi tra i maschietti e non, a mostrare il mio lato dominante. Come facevo? Sceglievo il leader del gruppo e lo sottomettevo a parole davanti a tutti. Una volta ottenuta la sua stima, il resto del gruppo era mio. Spesso i maschietti più ambiti dalle ragazzine mi cercavano e si proponevano come cavalier serventi, perché mi vedevano molto determinata e capace di affrontare ogni situazione. Poi c’erano i miei amichetti decisamente sottomessi… ma magari di loro vi parlerò nei prossimi articoli. Nemmeno all’università cambiò questa mia indole. Ricordo che durante un workshop mi sono scontrata  con un ragazzo molto dominante ed ho subito catturato la sua attenzione e di altri due ragazzi disponibilissimi a portarmi i libri, passarmi gli appunti, invitarmi a pranzo ecc. …

Genesi di una Mistress

In molti mi chiedete come ho sviluppato questa tendenza dominante. Sicuramente c’è una componente genetica. Mio nonno paterno era uno slave, una personalità fragile, tendente a trovare piacere nel tormento mentale. Riteneva di dovere sacrificarsi per far stare bene le persone che amava, un vero cavalier servente. Era succube di suo fratello gemello evidentemente dominante ed impermeabile, freddo e calcolatore, insomma l’opposto di mio nonno. La nonna paterna invece era una persona che sapeva come sfruttare le persone a proprio favore e come farsi trattare da regina. Sempre attentissima ad essere in perfetto ordine, calze da reggicalze, gonna, abbigliamenti che evidenziavano la forma fisica, acconciatura perfetta, eyeliner e rossetto rosso scuro e tacco sempre, ovvio anche in casa, piedini in vista, manicure e pedicure perfetta sempre coordinate col rossetto. Direi molto attenta all’aspetto fetish.  Modi decisamente dittatoriali ed egoisti, si esprimeva sempre senza un minimo di esitazione, tanto esisteva solo lei. Da questa unione nasce mio padre, un feticista di scarpe, piedini e gambe femminili (polpaccio), anche lui amante del tormento mentale. Dalla parte materna …