All posts filed under: Giochi di ruolo

Il colloquio di lavoro: donna manager e segretario

Stai cercando una nuova occupazione e hai risposto a numerose inserzioni un po’ a caso. Fortunatamente ottieni un colloquio di lavoro presso una società che si occupa di marketing di un noto brand di lingerie femminile. Sei entusiasta e con spavalderia ti rechi all’appuntamento. Ma appena entri nell’ufficio rimani piacevolmente colpito, ad accoglierti è una donna bella, snella, giovane, di classe, ovviamente vestita in maniera elegante. Al primo impatto pensi, ah la segretaria del manager, e le chiedi quando arriva il dottor D. Lei sadicamente divertita ti guarda e dice, “sono io, si accomodi!” “Mai visto una donna manager?” Hai un momento di panico,  sei partito con il piede decisamente sbagliato. Intimorito ti accomodi e aspetti. Lei con tono autoritario dice: “dov’è il curriculum?” L’hai scordato… l’emozione sale, cominci a tremare, la tua voce ne è la prova. “Mi dispiace, l’ho scordato”. Lei visibilmente irritata dice: “oggi sono di buon umore, dimmelo a voce, credo che se hai passato la prima selezione della mia assistente qualcosa di buono in te ci può essere.” Non riesci …

Servitù domestica: la Padrona e il maggiordomo

E’ uno di quei giochi di ruolo in cui do pieno sfogo alla mia natura dispettosa, mettendo in imbarazzo e difficoltà il malcapitato maggiordomo. Spesso, anche se le mansioni richieste sono svolte con massima precisione e cura, trovo qualche diffettuccio da rimproverare, ma al mio maggiordomo piace anche soffrire o subire, quindi è contento così… mi riporta in mente tutti i giochi della principessa e cavalier servente che facevo da piccola, con il mio amichetto. In qualità di servitù domestica e quale mio maggiordomo devi avvalerti di alcune caratteristiche da me gradite e ritenute indispensabili per il ruolo. La pazienza e l’accuratezza sono al primo posto, odio la cialtronaggine che correggo con flagellazione severa. Inoltre il maggiordomo spesso deve attendere gli ordini, presente ma non invadente, con uniforme perfettamente stirata e  postura corretta, in silenzio a distanza per non disturbare la sua Padrona. Sai cosa vuol dire silenzio? Se dovessi in qualche maniera dimenticartelo, ho io una soluzione, un bellissimo gag. In attesa dovresti essere come una statua di marmo, un minimo  movimento potrebbe infastidirmi, …

Situazioni scolastiche: la maestra e l’allievo

Sono una maestra estremamente esigente, severa ed inflessibile. Se sei un allievo che dovrà seguire le mie lezioni sappi che dovrai presentarti in orario, con l’uniforme scolastica in perfetto ordine, con i libri di testo adatti alla materia e i compiti pronti alla consegna. Per ogni minuto di ritardo, o il colletto del grembiulino fuori posto, saggerai un colpo di canna sul palmo della mano e non m’importa se tornerai a casa con le mani arrossate e per il bruciore non riuscirai a fare i tuoi compiti. Le posture scorrette e troppo rilassate verranno corrette a suon di bacchettate. Se ti dimentichi i libri di testo, non ti preoccupare, te ne presterò io, ma verrai esposto alla classe davanti alla lavagna, in piedi e con braccia tese, a sostenere il doppio del peso dei libri che dovevi portare alla lezione. Ogni tuo cedimento verrà punito con una severa sculacciata. Se invece mi accorgo che mi stai sbirciando sotto la gonna, seduto nel tuo banco, verrai obbligato a stare in ginocchio sui ceci davanti alla cattedra, …

Giochi di ruolo: sogni che diventano realtà

Siamo soli nella stanza, l’ambiente è accogliente e fa da giusta cornice per nostri giochi. Quella piacevole voglia di provare emozioni a lungo desiderate ti fa sballare le endorfine, non vedi l’ora di allontanarti dal tuo “ruolo” abitudinario e lanciarti alla sperimentazione di tutte quelle fantasie sognate ad occhi aperti. Ora puoi e devi dare libero sfogo alle tue passioni latenti, messe da parte durante la vita di tutti i giorni. Siamo qui per questo, per abattere quella gabbia che ti sei costruito attorno… ora è il momento di vivere. Hai la possibilità di ritornare al passato, a quelle prime esperienze o stimoli che ti hanno portato all’eccitazione. La voglia di spiare di nascosto ancora una volta una donna bella e sensuale. Hai voglia di giocare ancora alla principessa e al fedele servitore come facevi con la tua amichetta o di sbirciare sotto la gonna della maestra durante le lezioni. Non c’è limite alla fantasia e alle storie che potremo ricostruire. E’ ora di falo senza timori ne restrizioni. La nostra è un esperienza condivisa …