All posts filed under: CFNM

La dottoressa

Scritto da: GelindoPubblicato da: Elvira Nazzarri (i racconti sono espressioni di fantasia messa in prosa) Era diverso tempo che rimandavo una visita di controllo, non ho mai amato moltissimo farmi visitare e poi sapevo quello che il medico mi avrebbe detto: dovevo perdere dei chili e fare più moto, gli anni passavano e non mi potevo più permettere di trascurarmi. La solita ramanzina che avrebbe colto nel segno, visto che sapevo benissimo che avrebbe avuto ragione. Quando sul lavoro mi dissero che a breve sarebbe stato necessario produrre un certificato medico e che per farlo dal medico convenzionato aveva tempi di attesa lunghi per poi avere una visita assolutamente sbrigativa pensai che la misura era colma e che era l’occasione per farmi vedere da un medico preparato. Fu così che, attraverso una mia collega – che capii solo dopo il perché del suo insistere e dei sorrisi maliziosi nel farlo – mi fu consigliato il nome della dottoressa Elvira Nazzarri. Presi appuntamento per una visita completa spiegando che era diverso tempo che non facevo controlli …

CFNM: l’umiliazione nella sua forma primaria

Un senso di terrore ed imbarazzo s’impossessa di te. Hai paura del mio giudizio. Stai tremando e sudando. L’ansia peggiora. Ti ho ispezionato lentamente, hai sentito le mie mani invadenti, scorrere sul tuo corpo attraverso i vestiti… Ciò ti provoca anche una forte di eccitazione, così la tua situazione peggiora. Non sai come nasconderlo. TI costringo a privarti di ogni indumento vietandoti di coprirti con le mani le parti intime. “Mani dietro la schiena!” Come quella volta che la mamma ti obligò a toglierti il costumino in spiaggia e hai notato tutti gli sguardi delle donne presenti e delle tue amichette… Sei completamente nudo, in mezzo alla stanza, in piedi, in bella mostra, io vestita di tutto punto, come sempre in modo elegante. Sei vulnerabile ed a mia completa disposizione. Percepisci un profondo senso di inadeguatezza, cerchi di chiudere gli occhi per non pensarci, ma io ti costringo a guardarmi. Subisci in silenzio questa umiliazione. Mantengo il mio sguardo fisso su di te, ti studio in ogni minimo particolare, senza parlare. Cosa terrificante per te. …