Mistress Elvira

La cura dei dettagli

Cos’è un dettaglio? Una particolarità quasi trascurabile, se vista in modo isolato, ma infinitamente influente in una visione d’insieme delle cose. Un dettaglio che rende gli oggetti unici. Il modo per distinguere un tipo di pellame autentico da quello stampato nella calzature o borse, per esempio, è guardare le piccole crepe che rendono il pellame disomogeneo. Il dettaglio è importante per distinguere gli oggetti di serie da quelli autentici, che si parli di quadri, porcellane, mobili, scarpe, abbigliamenti, tappeti, accessori. Un dettaglio può determinare il valore dell’oggetto in questione. Un minuscolo dettaglio in una foto può alterare la sua intera percezione e renderla infinitamente più gradevole o più incisiva. Le luci in una scenografia determinano la differenza di qualità di un film, come il montaggio e i piani sequenza. Siamo circondati da dettagli in qualsiasi campo della nostra vita.  Attraverso i dettagli si possono esprimere artigiani, artisti, cuochi, insegnanti, designer, manager, venditori… 

Il dettaglio, quindi, come lo vedo io è un’espressione di cura, di amore per ciò che si fa. Va visto come un segno di rispetto, di premura e di attenzione verso chi potrà usufruire del nostro prodotto o di un nostro servizio. Un dettaglio è il nostro marchio, un qualcosa che rende unica, irripetibile e indimenticabile la nostra creazione. Ci vuole grande sensibilità d’animo, dedizione e predisposizione psicologica per impegnarsi nella cura dei dettagli. I dettagli sono costosi in termini di tempo investito nella creazione, ma soprattutto se si vogliono trasmettere emozioni diventano onerosi a livello psicologico, in quel caso bisogna avere grandi doti di empatia, intuito, pazienza. 

Anche nel mio campo i dettagli fanno la differenza, eccome! Si parte dalla scelta di abbigliamenti e accessori, che dovranno essere consoni al personaggio interpretato durante il gioco di ruolo. La pettinatura, i capelli puliti, l’eye-liner, il trucco pesante per un personaggio; oppure un trucco sobrio per la zia o la maestra. Lo smalto delle unghie di mani o piedi deve essere sempre impeccabile anche in foto. L’assenza di un profumo troppo invadente. La qualità delle calze e delle scarpe, il tessuto dei vestiti. Non dimentichiamoci che il tatto è molto importante. Il tono di voce, le pause tra le parole. La tranquillità che si trasmette alle persone. Gli ambienti. Gli strumenti… sarebbe improbabile punire il nipotino con una frusta, meglio usare una cinta o un oggetto casalingo. Nel feticismo ha grande importanza il piedino curato, nulla importa se non si ha bisogno di togliere le calze durante il gioco. Talvolta è di grande impatto lasciare una calza indosso e sfilare l’altra piano piano. L’eleganza nei modi e nel linguaggio. Lo studio dei colloqui di lavoro se se ne deve rappresentare uno. Potrei citare esempi all’infinito ma credo di aver reso l’idea.

Dedico molto tempo alla cura della mia persona in senso estetico. Ma ne impegno altrettanto nello sviluppo personale e nella raccolta delle varie conoscenze. Quando passeggio per la città studio, osservo, raccolgo informazioni. Lo stesso faccio in internet. Sono alla continua ricerca di abbigliamenti e accessori, perché non gradisco presentarmi mai vestita allo stesso modo alle persone conosciute che frequento. Il mio fine è emozionare e farlo nei migliore dei modi: non può esserci una virgola che stona nella mia rappresentazione.